Il titolo del tuo articolo del tuo sudatissimo blog è la prima, e forse l’ unica impressione che tu possa fare su un lettore potenziale del tuo sito web. Questa notizia potrebbe essere spaventosa e farti rinunciare per sempre a scrivere, ma ipotizzando che tu voglia affrontare questa avventura di seguito alcuni consigli. Senza un titolo che trasformi un navigatore in un potenziale lettore, il resto delle tue parole potrebbe anche non esistere.

Ma un titolo può fare molto di più che non accaparrarsi l’ attenzione. Un grande titolo può anche comunicare un messaggio completo al pubblico cui è destinato, e deve assolutamente attirare il lettore nel vostro articolo.

In sostanza, un titolo convincente deve promettere qualche beneficio o ricompensa per il lettore, in cambio del tempo prezioso che il nostro potenziale lettore impiegherà per leggere il nostro articolo.

Nel Manuale del Copywriter, il copywriter Bob Bly presenta otto categorie testate che aiutano questo processo

Titoli Diretti

I titoli diretti vanno direttamente al cuore della questione, senza alcun tentativo di astuzia. Bly dà l’ esempio di “Nome Prodotto – 30 % di Sconto”  come titolo che indica direttamente la proposta di vendita. Un esempio di titolo diretto per un post di un blog  potrebbe essere:” SEO E-book gratis”

Titoli Indiretti

come creare un titolo per un articoloUn titolo indiretto assume un approccio più sottile. Utilizza la curiosità per sollevare una domanda nella mente del lettore, alla quale il corpo reagisce con una risposta concreta attivandosi al clik sul link. Spesso viene utilizzato un doppio significato all’interno di questi titoli. Un articolo potrebbe avere il seguente titolo “Esca Fresca Funziona alla grande”  e naturalmente non ha nulla a che fare con la pesca, perché in realtà è di scrivere contenuti che hanno a che fare con contenuti relativi a notizie fresche che agiscono come esca per il link e quindi per la lettura del tuo articolo. Complicato a funzionale.

Titolo di attualità

Una notizia di attualità è piuttosto autoesplicativa, purché la notizia stessa sia effettivamente una notizia Un annuncio del prodotto, una versione migliorata possono essere la base di un titolo di notizie avvincente. Pensate di introdurre Flickr 2.0 o qualsiasi cosa abbia a che fare con una notizia di attualità sulla bocca del vostro target.

Titolo del Come

Un’altra tipo di titolo che funziona è sicuramente quello che inizia con il Come. il come è un attrattore forte per questo articolo avrei potuto scrivere: “Come Scivere un titolo per il tuo blog che farà leggere i tuoi articoli” in verità l’ho già fatto. Alcuni sostengono che utilizzando la parola all’inizio di un titolo non si potrà scrivere un titolo cattivo.

Titolo Domanda

Un altro modo utile per fare un titolo è quello di porre una domanda che abbia un senzo per il lettore cioè che corrisponda ad un bisogno del nostro target. Non è valida una qualsiasi domanda ma una che risponda ad una necessità specifica ad esempio: “chiudi la porta del bagno anche quando sei a casa da solo?” o spostandola nel mondo dei blogger:”chi altri vorrebbe sapere scrivere un titolo che porti a raddoppiare il tuo tasso di lettura?”

Titolo Richiesta

un altro titolo che potrebbe funzionare è quello legato ad una richiesta forte con un verbo che indichi azioni come: “abbonati oggi alla nostra rivista di pesca”

Titolo con i numeri

Mettere un numero per spiegare le ragioni del titolo è una tecnica che funziona sempre ed infatti è abusata: “200 ragione per non utilizzare i numeri nel vostro titolo” oggi sono molto umoristico 🙂 Questa tecnica è definita la tecnica dei motivi ma in realtà basta mettere un numero.

Titolo con testimone

come creare titoli che funzionanoTitolo con testimone da non confondere con un fil di Alfred hitchcock. Molto semplice quanto efficace mettiamo nel titolo tra virgolette una testimonianza di un nostro cliente: “Leggere gli articoli di Seoattivo mi ha reso estraente facile ottenere nuovi clienti” ammette Bill Gates…naturalmente si scherza in questo caso ma vi assicuro che può funzionare molto bene.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi colleghi

 

 

 

5 (100%) 3 votes